La Pinacoteca di Brera – Milano, 1943

Come molti altri edifici importanti della città, anche il palazzo di Brera fu oggetto delle attenzioni degli attacchi aerei alleati. La struttura, che ospita l’accademia, l’osservatorio astronomico e la pinacoteca, fu colpita da ben 15 ordigni, incendiari e dirompenti, cui vanno aggiunti ben 250 spezzoni incendiari. La facciata fu lesionata dalla caduta di una bomba su via Brera in prossimità del palazzo, mentre delle sale della pinacoteca all’ultimo piano non restarono che i muri perimetrali.

Pinacoteca di Brera

Crollata la copertura, andata in fumo a causa degli incendi divampati, anche i muri rimasti si presentavano assai lesionati. Insieme alla pinacoteca anche l’osservatorio astronomico fu gravemente danneggiato mentre l’Accademia presentava danni ai lucernai, alle finestre e, in parte minore, ai pavimenti. Anche le sale non direttamente colpite – è il caso di quella napoleonica – furono segnate dalle infiltrazioni provenienti dai piani sovrastanti privi di copertura. La statua bronzea raffigurante Napoleone si salvò grazie alla struttura protettiva fatta di sacchi di sabbia e legno che la preservò dalle schegge.

About the author
spirale