Il Castello Sforzesco – Milano, 1943

Il Castello Sforzesco, anche in virtù della sua enorme mole, venne colpito a più riprese nel corso dei diversi bombardamenti che si susseguirono nel corso del fatidico 1943. Le prime incursioni di febbraio lasciarono i primi segni, seguite da quelle dell’8, del 14, del 15 e 16 agosto. Nel primo caso i danni maggiori furono riportati dalla Biblioteca civica il cui tetto fu lesionato irreparabilmente. Nella seconda ondata, spezzoni incendiari caddero proprio nei locali della Biblioteca creando una perdita rilevante del materiale custodito.

Castello Sforzesco

Durante questi attacchi furono riportati danni decisamente più ingenti anche alla struttura del Castello, andando distrutti i due piani superiori del cortile della Rocchetta e una parte dei fabbricati del cortile delle milizie. Nel resoconto stilato nel 1946 dalla Direzione Belle arti del Comune, si annotava espressamente la distruzione “fino agli scantinati dell’ala di sinistra” mentre la pioggia di spezzoni incendiari e l’incuria avevano lasciato una situazione disarmante per quanto concerneva gli arredi e le finiture.

About the author
spirale