Sezione Muti via Rovello – Milano, 1944

Il quartier generale della legione Muti, costituita a partire dalla fine di settembre ’43, era posto nello storico palazzo Carmagnola di via Rovello. Si trattava di un corpo militare i cui prodromi potevano essere individuati nei gruppi costituitisi all’indomani dell’8 settembre sotto la Repubblica Sociale Italiana. L’organizzazione si sarebbe distinta per i reiterati rastrellamenti nelle strade cittadine, per atti violenti e intimidazioni che sarebbero sfociate in vere e proprie pratiche di tortura e in una serie impressionante di omicidi a sfondo politico e razziale.

via rovello

Il commissario federale Resega – ammazzato in via fratelli Bronzetti nel dicembre del ’43 – tenterà senza successo di sciogliere il reparto, composto di “ladri e criminali del fascismo ambrosiano”. La sede di via Rovello disponeva di stanze di isolamento e di camere di sicurezza per condurre gli interrogatori che molti ricordano come massacranti: ebrei, partigiani, antifascisti e altri ancora ebbero la sventura di imbattersi nei battaglioni della Muti che rastrellavano la città in maniera del tutto arbitraria.

About the author
spirale