Il teatro della Scala – Milano, 1943

Il teatro alla Scala è, tra tutti i simboli meneghini di devastazione lasciati in eredità dalla guerra, quello rimasto più impresso nell’immaginario dei Milanesi. Fu colpito una prima volta durante l’incursione dell’8 agosto 1943, quando alcuni spezzoni caddero sul tetto senza tuttavia recare danni significativi grazie alla prontezza degli addetti che li disinnescarono evitando guai seri. Ben poco si poté invece fare nella notte tra il 15 e i 16 agosto, quando una sola bomba incendiaria colpì il tetto della sala distruggendolo completamente.

7_H

Divampò un incendio che si riverberò su tutta la struttura sottostante. A cascata vennero devastati i palchi del quinto e sesto ordine della galleria, danneggiando in maniera significativa anche i palchi sottostanti e la platea. Per fortuna il palcoscenico si salvò da questo disastro in quanto il sipario metallico era calato e lo preservò da distruzione certa. Ci furono altri attacchi che videro lo sgancio di ordigni nei pressi del teatro, colpendo in modo significativo il museo e il lato su via Filodrammatici.

About the author
spirale